Altri tre ritorni, in ordine di data:
* Giardini Di Mirò – “Different times”: in uscita il nuovo disco il 30 novembre, quindi sarà un ottimo regalo di natale. Confesso una cosa (e me ne vergogno): non ho né “Good luck” (2012) né “Rapsodia satanica” (2014) e non so perché ma li recupererò presto, magari assieme a questo. Per adesso sono stati resi disponibili due pezzi, la title track (bellissima, la trovate appena sotto) e una collaborazione con Robin Proper-Sheppard (Sophia, God Machine) intitolata Hold on che trovate a questo link ma direi che mi ha preso di meno del primo estratto (o forse dopo aver letto il featuring mi aspettavo chissà cosa):

* John Garcia – “John Garcia and the band of gold”:  in uscita il 4 gennaio è un disco di 11 pezzi e il buon John nel comunicato lo definisce “the final piece to the puzzle”. Cosa vorrà dire? Lascia a intendere che sarà l’ultimo disco che fa? Chissà. Intanto è stato annunciato anche il tour, una data in Italia il 30 gennaio in Santeria a Milano. Questo il primo pezzo disponibile, Chicken delight:

* Motorpsycho – “The crucible”: 15 febbraio è la data di uscita del nuovo lavoro. Alla batteria ancora Tomas Järmyr come nel precedente “The tower” (2017). Sono curioso ma non esaltato.

Annunci