I Marlene Kuntz terranno un evento speciale il 21 settembre ai Magazzini Generali, una serata intitolata “Il doppio”.
Ma perché questo titolo?
Il gruppo spiega così (cito testualmente): “il tema della doppia opzione ha cominciato a insinuarsi in noi in una chiave di particolare fascino, molto presente nei contesti della letteratura e del cinema: il tema del doppio o, con un tocco di esotismo in più, il Doppelgänger. Perché, in effetti, nella nostra produzione ormai ventennale molti testi hanno centrato o anche solo sfiorato l’argomento, presentando personaggi a qualche livello caratterizzati da più elementi identificativi, a volte in aperta contrapposizione”.
In realtà, a guardare bene, si chiama il doppio perché per assistere a tutta la serata bisogna pagare due volte.
Mi spiego meglio.
La serata è composta da due set:
-Un primo set acustico per 15° persone ai piani alti del locale
-A seguire un set elettrico sul palco classico.
Cioè, fin qui niente di particolarmente originale, gli Yo La Tengo che fanno questa cosa da anni.
Ma invece aspettate un attimo.
Guardate meglio.
I prezzi sono:
-20 € per il set elettrico
-35 € per entrambi i set.
Ma che meravigliosa idea, ma chi l’ha pensata? Spero che la prossima volta che l’ideatore di sta pezzenteria vada al cinema gli facciano pagare un prezzo diverso se vuole vedersi solo il secondo tempo oppure tutto il film.
Come idea, nella storia dei Marlene, è seconda solo al tour de “Il vile” in cui i pezzi dell’album erano comunque intervallati dalle brutte robe nuove.
Finiamo con la ciliegina sulla torta: la scaletta del set elettrico sarà composta esclusivamente da pezzi del repertorio la cui tematica è caratterizzata dal tema del “doppio”. Che vuol dire? Ma è chiaro, dai. Un po’ come se fosse antani.

Annunci