Sabato sera al Bloom c’è stata una serata intitolata “Sonic Ritual Fest” e organizzata dalle etichetta nostrane Heavy Psych Sounds Records e Go Down Records. Il tutto è stato organizzato molto bene: 8 gruppi divisi su due palchi, livello molto alto, tanto entusiasmo, banchetti con roba interessante e anche una bella compilation su cd fatta dalla Heavy Psych Sounds e omaggiata al pubblico che in ogni caso fa piacere.
Non sono riuscito a vedere tutti i gruppi della serata: ho saltato i primi 3 (Ananda Mida, The Clamps, Doctor Cyclops) perché arrivato a metà del set dei Giobia che, da quel che ho sentito, mi è piaciuto molto. Interessanti anche i concerti degli scatenati Ecstatic Vision (hanno compensato benissimo qualche problema tecnico a inizio set) e dei Duel, un po’ meno quello dei Cosmic Dead.
Ma principalmente ero lì per vedermi dal vivo gli Yawning Man (a circa 10 anni di distanza dall’ultima volta): hanno iniziato alla 1:20 circa e sono resistito fino alle 2:00 dopo di che, vinto dalla stanchezza, ho ceduto. Peccato davvero perché i 4 sul palco stavano suonando alla grandissima però non sono più il ghepardo di una volta.
Speriamo di rivederli presto senza lasciar passare ancora così tanto tempo.

Annunci