Già da “Blues funeral” (2012) si era capito che Mark Lanegan voleva intraprendere una nuova strada. Forse “nuova strada” è un concetto troppo esagerato per quello che fa lui, nondimeno si sono viste una serie di elementi diversi o almeno un tentativo di evoluzione. Con “Phantom radio” (2014) ha portato avanti la cosa seppur con scarsi risultati (il disco purtroppo non era niente di che). Il 28 aprile uscirà “Gargoyle” ma è già disponibile il primo singolo Nocturne che conferma la vianda intrapresa ma non è neppure un pezzo proprio da buttar via.
Il rischio delusione è davvero altissimo, così come i dubbi sul fatto che Lanegan sia oramai in grado di tirar fuori dal cilindro qualcosa di veramente memorabile (“Houston publishing demos 2002” era favoloso ma si tratta di roba scritta e registrata negli anni d’oro), però attendo di ascoltare il disco intero per dire definitivamente la mia.

Annunci