Sudden step” (2016) del duo romano Blauss è un bel disco rock/dream rock/shoegaze/lowcore che parte alla grande e poi poco a poco cala. Però davvero niente male.
I Dags! (mi raccomando il punto esclamativo) invece fanno emo lento e vengono da Milano: il loro disco “Snowed in / Stormed out” (2016) può piacere a molti ma bisogna essere nel mood adatto. E, sempre parlando di mood, “Underrated Glances At The Edge Of Town” (2016) del chitarrista barbuto J.H. Guraj è adattissimo a un pomeriggio piovoso di novembre.
Per risollevarci un po’ il morale chiudiamo con il trio mantovano Plastic Light Factory e con il loro ep “Hype” (2016) che sembra uscito direttamente dalla prima metà degli anni 2000: derivativi a manetta (Strokes-Franz Ferdinand-Arctic Monkey su tutto) ma divertenti e danzerecci al punto giusto.

Annunci