Il 20 giugno questo blog ha compiuto 10 anni. Sono tanti e mi stupisco ancora di essere stato in grado di portare avanti questa cosa per così tanto tempo.
Dire “dieci anni” fa impressione.
A voi no?
È passata tanta musica nel frattempo, musica ascoltata su disco, musica dal vivo. Musica suonata, anche da me. E infatti il primo post non a caso iniziava in un certo modo.
È passata tanta gente per questo blog. No, non tanta però un po’ sì. Tante le persone che ho conosciuto, tante quelle che ho sfiorato per poi perderle subito dopo. Una sorta di bar, due chiacchiere durante un veloce caffè e poi via. Qualche cliente abituale, tanti commenti senza volto, un paio di amici che leggono quasi senza farsi scoprire, parecchie persone che non si sa che fine abbiano fatto, persi nella vita reale.
È un blog nato quasi una vita fa: c’era ancora Splinder, la gente apriva blog di tutti i tipi, cercava in tutti i modi di non farsi riconoscere quando scriveva dei propri fatti personali, gli pseudonimi abbondavano e la separazione vita lì fuori/qui dentro era un confine da difendere. Qui l’obiettivo era parlare della musica che ascolto, in maniera semplice, breve, anche facilona alle volte, ma sempre spontanea. La speranza era discutere di quella musica, approfondirla e trovarne altra. È successo. Negli ultimi tempi molto meno ma sono cambiati i mezzi e utilizzare un blog così è un po’ come ostinarsi ad essere un po’ nostalgico.
Per adesso va bene così, vedremo i prossimi 10 anni cosa succederà.
Se volete io sono qui a rastrellare un po’ di foglie, fa bene a volte stare all’aria aperta.
Auguri.

Annunci