Giovedì sera ho visto i Sebadoh dal vivo ed è stata la prima volta. Seguono considerazioni sparse sulla serata:
– Lou Barlow è diventato un orso pacioccone
– i pezzi di Jason Loewenstein dal vivo hanno molto più senso che su disco
– sono riusciti a tirar fuori un concerto davvero bello nonostante per più di mezz’ora abbiamo avuto qualsiasi problema tecnico immaginabile: amplificatore, testata, chitarra, basso, cavi e via dicendo
– non ho mai imparato i titoli delle canzoni e il sito setlist.fm questa volta non mi aiuta ma direi che i pezzi belli li hanno fatti tutti, spesso anche accettando richieste da parte del pubblico
Interessante anche il gruppo spalla, si chiamano Qui e vengono da Los Angeles, sono un duo chitarra/batteria che fa una roba un po’ Melvins, un po’ math rock, un po’ assurdità varie giocando molto con le doppie voci. Grotteschi ma validissimi.

Annunci