La curiosità di oggi riguarda il gruppo NǽnøĉÿbbŒrğ VbëřřĦōlökäävsŦ (per gli amici: Nanocyborg Uberholocaust). Tale gruppo è nato nel 2006 da una coppia di scienziati (uno canadese e uno inglese se ho capito bene) stanziati in Antartide per ricerche che hanno scoperto di essere entrambi bassisti e di avere gusti musicali in comune. I due, i cui nomi d’arte sono Wavanova e Dark Dude, definiscono la loro musica “ambient cosmic extreme funeral drone doom metal”. Ma il freddo antartico non ha fatto solamente nascere una bella amicizia e un gruppo: difatti la band ha pure registrato nel 2007 un disco intitolato “The ultimate fate of the universe”. La curiosità ulteriore sta nel fatto che il disco è stato registrato nel punto esatto del Polo Sud, cosa che, come potete immaginare, ha provocato qualche problema di registrazione, non tanto per il freddo quanto per il forte vento.
Sul loro sito si può leggere che hanno continuato a suonare sfornando altre 5 uscite. Nel 2011 stavano lavorando ad un nuovo lavoro ma da allora nessun’altra novità. Io mi inizierei a preoccupare e manderei immediatamente da quelle parti una squadra di ricerca e un po’ di grappa.
Sul sovracitato (e sovralinkato) sito comunque trovate anche la discografia con la possibilità di scaricare i pezzi, nel caso siate particolarmente curiosi ecco il link youtube di Supermassive Illuminating Celestial Plasma Concentration (Part VII: Antares, 1108430000), traccia 7 della lunghezza di 1 ora e 50  (ma hanno anche fatto pezzi più lunghi) di “Stars: A Comparative Study Of Astroillumination And Four Dimensional Spacetime”, un loro ep del 2007.
Ok, chiudiamo qui dicendo che più che una curiosità si trattava di una freddura (ahah).

Annunci