Lo dico subito: “Aspettando dei barbari” dei Massimo Volume è un gran disco. Un disco però non facile, cattivo, inquieto. È la faccia oscura di “Cattive abitudini” e anche quella più distorta.
Le sensazioni che si accavallano durante l’ascolto sono tante, a volte non riconoscibili. C’è un certo disturbo che sento sottopelle che si mischia alla bellezza di ciò che mi entra nelle orecchie.
I Massimo Volume hanno fatto centro, in un modo ancora diverso dalle precedenti, anche se questo è un disco loro al 200%.
Voi ascoltatelo.
Poi leggete questa interessante intervista di Alessandro Baronciani a Mimì.
E io?
Io cerco di avere più informazioni circa al libro a fumetti intitolato “Cattive abitudini”, tratto ovviamente dal disco omonimo. Qui un’intervista al disegnatore Gianluca Costantini e l’anteprima del capitolo 7-La bellezza violata. Il libro uscirà a novembre per Giuda Edizioni.
E poi io?
E io?
Io aspetto qui
e mi affido alla notte
che confonde le tracce
che nasconde i rifiuti
che ritorna costante.

Annunci