Il concerto di ieri degli Eels è stato puro divertimento. Una scaletta incentrata sugli ultimi lavori poteva destare qualche perplessità ma Mr. E e il suo gruppo, bellissimi nella loro tuta dell’Adidas + occhiali da sole (qualche foto qua), non si sono risparmiati e hanno spinto sull’acceleratore per un concerto molto adrenalinico e rock’n’roll, dopotutto è un periodo che Mr. E ha voglia di divertirsi in allegria.
Nei momenti top della serata non si può non citare:
-il “matrimonio artistico” tra Mr. E e The Chet celebrato dal bassista Honest Al.
“Vuoi prendere Mr. E come tuo cantante?”
“Lo voglio”
“Vuoi prendere The Chet come tuo chitarrista?”
“Lo voglio”

“Ora siete cantante e chitarrista, scambiatevi la stretta segreta degli eels, che ora non è più tanto segreta”.
-il favoloso mash up tra My beloved moster and me e Mr. E beautiful blues (ne voglio una versione registrata bene, però sul tubo ci sono dei video, per esempio questo!)
-il secondo bis a luci accese a 20 minuti dalla fine del concerto, mentre probabilmente parte della gente era già andata via. Gente che impazzisce, una Dog faced boy + un pezzo di chiusura intitolato Go Eels, i roadie (anche loro in tuta) che sbuffavano ma poi alzano i cartelli con scritto “10”, il clown pazzo che aveva aperto la serata (ma chi era poi?) con il cartello “Zitti / Shhh Go gome” e la sua partner con la banana grossa (attenzione a come interpretate questa frase per favore), il pogo tra il pubblico (ecco le prove ma senza banana). Delirio totale.
Una serata divertentissima ancora più speciale visti i tanti amici e conoscenti presenti (oh, dopotutto un concerto degli Eels senza la Vì non è un concerto serio degli Eels). Tanta felicità.

Annunci