Devi ammettere che gli Strokes questa volta mi hanno sorpreso. Pensavo infatti che un lavoro come “Angles” volesse dire toccare il fondo. Invece Julian Casablanca ha dimostrato che è possibile rimboccarsi le maniche! Detto fatto, ha iniziato a scavare, per cui quest’ultimo “Comedown machine” anticipato da un nauseabondo singolo di A-Haiana memoria (All the time), risulta essere incredibilmente ancora peggio.
Bisogna però riconoscere una certa coerenza. A partire da “Is this it” hanno deciso di fare un disco più brutto dell’altro e ci stanno riuscendo. Questo è perseverare! Bravi!

Annunci