Joe Sacco è un autore molto particolare e questo lo sapevo già. Però misteriosamente ha l’abitudine di rappresentarsi come un emerito deficiente all’interno delle sue storie. Di persona sarà davvero così? Non lo so ma anche in questo “Io e il rock” succede la stessa cosa. La storia è presto detta: si tratta di un racconto di come il nostro buon fumettista sia andato in tour in Europa con i Miracle Workers (suoi amici e con i quali aveva già collaborato per alcune copertine dei dischi). Portarsi un fotografo forse era troppo normale quindi il reportage viene fatto da Sacco. Il risultato è una serie di aneddoti strampalati, spesso senza capo né cosa, riguardanti il backstage, i viaggi in furgone, l’incontro con i fan e le groupie.
Ecco qui sul sito di Comma22 un’anteprima che rende bene l’idea.
Dei Miracle Workers invece so proprio pochino: è una band di Portland in attività negli anni ’80 e scioltasi nel 1992. Propongono in garage rock interessante e volutamente molto derivativo ma allo stesso tempo divertente e senza troppe pretese.

Annunci