Dopo la classifica sui Pearl Jam, Stereogum questa volta affronta i Sonic Youth mettendo in ordine 16 dischi proprio qui.
Tante sorprese e posizioni opinabili (ma si sapeva).
Diciamo che apprezzo tantissimo il coraggio di dare il primo posto a “Sister” invece che a uno scontato “Daydream nation” che rimane comunque un disco clamoroso. Esagerato il secondo posto a “Evol”. Scandaloso quel piazzamento così indietro (decimo) di uno dei dischi per cui batte sempre il mio cuore, cioè “Dirty”.
I miei preferiti a parte questo? In ordine sparso “Sister”, “Murray street” e “Sonic nurse”. Ah, e “Goo”.
Ho parlato di preferenze con cognizione di causa, perché fare una classifica di merito è impossibile secondo me. In tutta la loro discografia non trovo un brutto disco, neppure il tanto bistrattato “NyC ghost & flowers” che in realtà è stato un grandissimo e coraggioso modo di reinventarsi dopo il furto della strumentazione.

Annunci