Il Carroponte aveva subdolamente lasciato intendere che lunedì sera Paolo Benvegnù e Massimo Volume sarebbero stati contemporaneamente sul palco. Così credevo io e tante persone presenti. E sembrava che fosse vero vedendo come era stato organizzato il palco. Invece siamo stati tutti buggerati.
Quindi ecco due concerti di un’ora ciascuno:
* Paolo Benvegnù: non vedevo il maestro dal vivo addirittura dal lontano agosto 2009. Non so cosa ha fatto in questi quasi tre anni ma sicuramente gran parte del tempo lo ha passato a mangiare. A parte gli scherzi trovo Paolone un po’ ingrassato, al contrario di Guglielmo Ridolfo Galliano che si è presentato sul palco in forma strepitosa. Concerto penalizzato dai volumi criminalmente bassi e da una scaletta che non mi ha entusiasmato. Però sempre bello vederli suonare.
* Massimo Volume: ci mettono 10 secondi per dimostrare che sono ancora il meglio. Niente da aggiungere tranne un applauso a Vittoria (sempre) e alle bretelle di Mimì. Avevo davvero voglia di riascoltare Vedute dallo spazio/Ororo, mi è andata male, quello che hanno suonato però mi ha ripagato ampiamente della mancanza.

Annunci