Lunedì sera ho assistito al concerto dei Mudhoney al Bloom: Mark Arm, Steve Turner e soci si dimostrano sempre in formissima ma era difficile godersi lo show con quel caldo infermale. Quindi possiamo considerarla l’ultima data al chiuso, non ce la faccio a sentire musica in queste condizioni proibitive. Mi sono comunque divertito, come non farlo vedendo il delirio di mani alzate, di voci urlanti e di continui crowdsurfer su alcuni opezzi (due a caso: Touch me I’m sick e Into the drink).
Parliamo anche del gruppo spalla: si chiamano Non! e si tratta di un duo francese composto da lui, un Brian May provenzale alla chitarra, e lei, alla voce e occhiali da sole, persa nei suoi cantati piatti infarciti di uaoh + l’ausilio di una drum machine da sbadigli e altri suoni di una piattezza infinita tutti uguali tra di loro. Insomma, una specie di kills d’oltralpe ma molto più scarsi, irritanti e pure noiosi. Tecnicamente si definiscono “scassacazzo”. Si sono sprecati i “Bastaaaaa!” da parte del pubblico ma niente, loro continuavano imperterriti (anche perché dubito conoscessero una parola d’italiano o due di inglese). Se dovessi fare una classifica dei peggiori gruppi spalla che mi sono capitati questi verrebbero subito messi in una posizione molto alta (anche se ricordiamo che al primo e al secondo posto ci sono i Golden Jooklo Age e la loro scodella).

Annunci