Gli appassionati di mistero dovrebbero concentrare i propri sforzi sulla Siae, enorme parassita che agisce senza logica palese e senza alcuno scopo se non quello di fagocitare mondi peggio di Galactus. Certo, non è una scossa che scopro adesso. Se avete visto quella famosa e bellissima puntata di Report ve ne sarete resi conto. Da allora sono passati diversi anni e nel frattempo dal 2005 all’anno scorso come presidente è stato eletto uno classe 1935, uno che, per farvi capire bene, è nato un anno dopo la televisione italiana e quando nel mondo è stato stampato il primo cd (1985) era già tecnologicamente vecchio.
Il dibattito continua ad infuriare senza sosta circa a questo Nulla che ha ingoiato Artax già da un pezzo ed è sempre utile leggere questo post di Luca Castelli.
Ma rimaniamo sull’attualità: questa qui è un’interessante analisi di Umberto Palazzo che si concentra su un aspetto ben preciso della faccenda: quello dei concerti, anzi dei “concertini”. Leggetelo con attenzione che merita.

Annunci