By the grace of rock.

Tra i tanti rimpianti che ho legati ai concerti, uno è quello di aver visto solo una volta gli Hellacopters dal vivo. Ora non potrò più farlo perché, com’è ormai noto, il gruppo svedese ha deciso l’anno scorso di cessare la propria attività dopo quattordici anni e una decina di dischi. Eh sì, dopo i Gluecifer se ne va un altro gruppo che ha fatto dell’accoppiata rock’n’roll / musica del diavolo un simbolo anche nel nome…

L’unico concerto che posso vantare di Nicke “Royale” Andersson e soci risale al lontano dicembre 2002 (vecchi, vecchissimi tempi: questo blog non esisteva ancora), una memorabile serata all’Alcatraz assieme a Datsuns e Gaza Strippers; era il periodo “By the grace of god”, sicuramente non uno dei dischi migliori, ma con pezzi piacevoli e perfetti da sentire on stage tra fiamme e braccia rotanti, assieme ai loro altri grandi classici (dischi consigliatissimi: “Payin’ the dues” e “High visibility”)

Ora non mi resta che seguire qualcuno dei millemila progetti nati dagli oramai ex membri.

Annunci