Christmas is going to the dogs!
Al grido di “È Natale, zio maiale” (come pronunciato con entusiasmo da un mio collega prima dell’ultimo pranzo lavorativo) ecco un regaluzzo, la consueta classifica dei post che ho trovato più divertenti tra quelli che ho letto nel 2008:
Kaplan discetta di figa (si può dire figa?).
Leonardo (in versione Piste) discetta di Giuliano Ferrara (si può dire Giuliano Ferrara?).
Kekkoz sforna 5 giudizi fulminanti a dir poco eccezionali e tutti danno fuori di matto (si può dire Billo?).
Bucknasty analizza le donne che discettano di loro stesse (si può dire danno?).
– Niente discettazioni, solo dimostrazioni palesi da parte delle Malvestite di quanto è terribile quella piaga chiamata Moccia (scusate, ho detto moccia).
Ma non solo, visto che sono buono (assì?) ecco le figuracce colossali dell’anno:
– una mattina gabriellacarlucci si sveglia e decide che ne sa di fisica quantistica più di tutti ma stranamente viene smerdata dall’intero mondo scientifico (e non). Martowskaja racconta questa gustosa soap che mi ha tolto il sonno (per circa 20 secondi, è stato terribile).
– pierocitati decide di scrivere un articolo delirante senza sapere nulla riguardo all’argomento di discussione e Leonardo lo zittisce con eleganza e con tatto, ma ha comunque lo stesso effetto di un tram in fronte.
– una mattina carlopastore decide di ingrandire a dismisura il suo ego già incredibilmente sconfinato (e tenuto in costante pulsare dall’esercito di dodicenni) e lo prende in quel posto da più persone (uno due tre olè).
Applausi.
Inchino.
Soundtrack: Christmas is going to the dogs – Eels (una sorta di video cinofilo e natalizio QUI)

Annunci