Aurgh.

Ricevo una busta da un gruppo che mi manda un cd da recensire.

La apro e ci trovo:

– un cd nella bella bustina trasparente (pensiero: mannaggia, non c’è la custodia da riciclare)

– 4 pagine fitte fitte (pensiero: voglio morire)

Le 4 pagine contengono cose allucinanti del tipo (vado in ordine):

Pagina uno:

– “Le scriviamo per chiederLe gentilmente di dare un’occhiata a quanto segue” (esordiscono così. Hanno già sbagliato tutto)

– trackist del ciddì + la filosofia dietro (e dentro) tutte le tracce del loro lavoro

– dati di produzione e registrazione più che dettagliate

– “Saremmo felici se fosse recensito da codesta webzine/rivista. Non abbiamo fretta ma, se possibile, gradiremmo almeno essere avvisati se la pubblicazione non venisse fatta” (il grassetto è loro)

– “La preghiamo di tenersi aggiornato attraverso il nostro profilo myspace”

Già qua ho paura. È una lettera minatoria? È un ordine? Devo obbedire a queste due frasi pena la decapitazione?

Pagina due:

– stage setup dettagliatissimo (che ovviamente ad un recensore interessa molto) con strumentazione, richieste e scalette varie possibili nelle mille situazioni in cui si potrebbe trovare il gruppo

– storia del gruppo dettagliatissima, seriosa e pure noiosa

– concorsi fatti e premi vinti (yawn)

Pagina tre:

– lista di tutti i concerti che hanno fatto (data, locale, paese, provincia. Sparatemi)

– recensioni fatte da altri siti (Signore perché proprio io?)

Pagina quattro:

– altre recensioni (Signore perché mi hai abbandonato?)

– contatti (e basta!)

Annunci