E dei puristi ce ne freghiamo.

In palese contraddizione con tutto quello che ho detto/scritto in precedenza e quello che dirò/scriverò in futuro riguardo agli album di cover, per quello che ho sentito, il disco di Scarlett Johansson (cioè, Scarlett Johansson! Ah che donna!) “Anywhere I lay my head”, album di cover di Tom Waits, non è affatto male, anzi.

Promossa.

Brava.

Scarlett sposami.

Annunci