Burn me inside

Ogni volta che ascolto quell’incredibile e intenso disco che è “Burn the maps” rimango a bocca aperta.

Ogni persona con un minimo di sensibilità e di gusto dovrebbe ascoltarlo.

Tutti, tutti voi, scioglietevi nelle note di questo capolavoro dei Frames!

Dai, decidiamo un giorno e l’Italia intera lo ascolta nel medesimo momento. Sarebbe bellissimo poi, alla fine di Locust, l’ultimo pezzo, vedere la gente che corre fuori di casa in lacrime alla ricerca di qualcuno da abbracciare.

(tempo fa avevo scritto una recensione. Stranamente a distanza di due anni continua a piacermi, non saprei scriverla meglio… e questo è tutto dire)

Annunci