Hey, (Johnny) Park!

Ho scoperto che i Maximo Park mi piacciono tantissimo.

“A certain trigger” (2005) è un disco forse semplice, ma tutt’altro che banale. Ma è pieno di brio. E soprattutto è vivo, non plasticoso come tanti altri dischi di alcuni gruppi usciti questi anni. Già i singoli mi avevano fatto una buonissima impressione. Ed ora il disco mi sta conquistando.

Ora senza indugi affronterò anche il recente “Our earthly pelasures” e naturalmente la mia presenza al gig che questi inglesini terranno il 16 Aprile è più che confermata.

Annunci