Do you read me loud?!

C’è scazzo nell’aria. C’è poca voglia di scrivere. Leggetevi queste tre recensioni che sono sicuramente meglio di tutte le parole che potrei incidere in questo momento:

* Il bellissimo crepuscolare disco di Paolo Saporiti, “The restless fall” (2006) su RockLab.

* Il deludente (la pallosità di questo disco è innegabile) ritorno dei Silver Jews con “Tanglewood numbers” (2005) su BloomRiot

* Il disco del progetto C.a.p. – Cadaveri A Passeggio (2006), di cui avevo già parlato, ma ora avete a disposizione una recensione più esaustiva, ancora su RockLab.

Edit. Eccone una quarta:

* Il disco omonimo, prescindibile, cantautorale, a tratti irritante (ma interessante per chi apprezza gente alla Bugo, io non più di tanto) di Vittorio Cane (2006).

Annunci