MySpace Oddity

Di MySpace c’è poco oramai da dire, lo conoscono più o meno tutti: un portale in cui ognuno può avere la sua bella paginetta e i gruppi possono mettere le info essenziali nonché le loro canzoni da far ascoltare. Una sorta di socialismo reale in cui ognuno ha uno spazio identico agli altri, ciò che cambia sono i contatti (e non è poco). La  cosa più interessante, naturalmente, rimane la possibilità di scoprire tanta musica sconosciuta o poco nota. In questo senso, a volte rappresenta una miniera: ci trovi diamanti ma anche tanto carbone. Ecco una prima manciata gruppi conosciuti lì, tutti italiani, tutti con qualcosa da dire (e con linkata relativa pagina myspaceiana, obviously), tanti luoghi distanti, tanti generi diversi:

* Hermitage: post rock ligure strumentale di altissimo livello. Sanno creare ottime atmosfere e intrigare con i loro giri di note che si rincorrono nell’aria.

* Recording Of The Flesh: Cagliari sforna un gruppo che produce dinamiche noise piene fino all’orlo di quell’inquietudine che fa male ma che si insinua lentamente fino a non voler andare via.

* Smell Of Trees: la toscana, il vino, il profumo degli alberi e alternative rock, polveroso, lo-fi, distorto e avvolto da un intrico di melodie.

* Thousands Millions: si dice che siano pugliesi… sicuramente creano interessanti pezzi indie punk pop, neanche venissero dalla California. Che siano in ritorno da Rockville?.

* Les Reveres: per concludere questo fantastico gruppo lombardo che da poco non esiste più. Musica diretta e divertente, precisa e intelligente.

Annunci