Ricordi di primavera

Giro per Milano. È una giornata calda, di maggio. Un caldo piacevole. E io stranamente sono di buon umore.

La musica esce dalle cuffie.

Conseguentemente entra nelle orecchie.

Un allegro sottofondo, cose varie senza impegno.

Poi.

Ad un certo punto.

Succede.

Avete presente quando succede un qualche cosa e allora tu ti senti felicissimo, ma senza motivo? Forse il motivo c’è, ma è proprio stupido e inaspettato, ma va bene lo stesso. E forse proprio per quello. E allora non smetti di sorridere.

Succede che parte Ever fallen in love dei Buzzcocks. E io alzo a palla. E cammino dondolando felice. Poi decido di mettere in pausa, entrare in una gelateria, uscire con un cono e farla ripartire da capo. Non so perché ma mi sento ebbro. Più del battello.

Finisce. Ma parte We’re from Barcelona degli I’m from Barcelona. E allora sorrido ancora di più, e canticchio cose a caso, e canticchio anche quando non ci sono le parole. Poi parte I saw my heart passing by degli Stars In Coma, e ancora è tutto pieno di colori, è già estate, tutto è bello, oh che bello, oh che bello.

Poi parte…

No, basta.

Spengo.

Troppa felicità.

Eccheccazzo, non esageriamo.

E non roviniamoci la reputazione con tutti ‘sti sorrisi.

(rovinatevela voi: We’re from Barcelona la potete ascoltare qui. Invece I saw my heart passing by la potete e dovete scaricare gratuitamente qui)

Annunci