Alla conquista!

Gli Afterhours stanno per far uscire tra poco “Ballads for little hyenas”, versione per il mercato internazionale (sia europeo che americano) del tanto acclamato “Ballate per piccole iene”. Una versione in lingua anglofona. Ho visto il video di White widow: è carino, nonostante sia focalizzato solo sul gruppo che suona, il tutto sapientemente manipolato con effetti ottici di fuori fuoco e amenità simili. Agnelli che ritorna a cantare in inglese lascia un sapore strano. Mi ricordo quando li intervistai per la prima volta, era il tour di “Quello che non c’è”. In una lunga e animata discussione chiedevo loro spiegazioni su due cose: l’assenza assoluta di cover (era una domanda sfiziosa visto che li avevo sentiti fare nel soundcheck Fake plastic trees dei Radiohead) e la mancanza di voglia di buttarsi su un’avventura estera. Loro restavano sulle loro posizioni. Poco dopo (un anno?) spunta La canzone di Marinella, il rapporto con Dulli e adesso the english version. Si vede che io ero troppo avanti all’epoca…

Annunci