Got a foghorn and a drum and a hammer that’s rockin’…

La notizia è di quelle che ti colpiscono. Te la riferiscono e pronunci solamente un incredulo “Nooo…”. Tranquilli, non è morto nessuno (cioè, a parte ieri Sergio Endrigo e qualche settimana fa Mister Moog). La notizia di cui parlo (e riportata qui) è che Dario Perissutti, ex attore porno (si dice) ma soprattutto eccezionale batterista degli One Dimensional Man, ha deciso che a fine mese lascerà il gruppo dopo anni di grande musica e indimenticabili prestazioni live. Il manager della band sottolinea che la causa non è da ricercarsi in contrasti o dissidi con Pierpaolo Capovilla, trascinante ed etilico cantante bassista della band, di quella band che fino ad ora era un guazzabuglio rock e potente (e a volte incompreso) la cui credibilità è stata costruita su un’impeccabile qualità dei concerti, macinati in lungo e in largo in questi anni. È il secondo membro storico degli Odm che se ne va, dopo la dipartenza Giulio Favero avvenuta un paio di anni fa. Tra l’altro è il secondo batterista che in questo 2005 decide senza preavviso di lasciare il gruppo, lasciando un po’ orfani i fan. Naturalmente il primo di cui parlo è Gebhardt, batterista-ma-non-solo dei Motorpsycho (ehi, non li avevo ancora nominati in un post, era ora di rimediare), staccatosi dalla band norvegese oramai da qualche mese. Geb, una grande persona: ho avuto la possibilità di intervistarlo qualche anno fa e si è dimostrato una persona gentile e divertente. Ora auguro ad entrambi un ottimo futuro, se possibile migliore di un passato più che glorioso.

Annunci